Pubblicato in: Make up

Inside Out – Parte Prima: TRISTEZZA Make up

Buon giorno bellezze…. in the city, al bagno, all’olio di jojoba…..ad amsterdam a londra a canicatì o con capelli ricci ^_^

ovunque voi siate e chiunque voi siate o cmq … comunque voi siate, restate sempre degli esemplari di bellezza.

Oggi stranamente positiva considerando il grigio fuori.. ma come si dice in matematica???

Due negazioni rendono positivo!!!

Infatti il grigio fuori in associazione al tema del giorno…. fanno una splendida giornata a Honolulu… ^_____^

Tristezza……..

make tristezza

Non è tanto tenera Tristezza????

Non tutti avrete visto il cartone e per non dilungarmi non ve lo racconto… ma ne farò una sintesi simpatica a fine ciclo.. quando avrò finito di realizzare e pubblicarvi i vari make up ispirati agli Elementi … hihihihhii

aperto e chiuso

diciamo che io con le altre make up interpreti non possiamo metterci a confronto anche per delle basi di fotografia 😦

tutto sommato mi applico e mi diverto in ogni caso ^_^

cosmetici

Inizio a presentarvi parte di quello che ho usato…. come preparazione per il viso intanto.

  • Siero – Vital C di Ten Image (ormai nel mio cuore) come base preparatoria e fissativa.
  • Correttore Pierre René Professional – Camouflage cream n° 02 (24h)
  • Fondotinta Minerale di Elf nella tonalità Medium

eyes tristezza

Veniamo agli occhi:

  • Sulla palpebra mobile ho steso un turchese per 2/3 dell’occhio e nella coda un blu intenso dalla palette 88 Colour della Blush Professional. ho anche applicato un giallo nella parte iniziale dell’occhio in contrasto e per dare maggiore luce. Nel mezzo della palpebra ho applicato dei brillantini con la colla delle ciglia.
  • nella piega dell’occhio ho applicato Andrea dalla Palette In the City – Natural Nudes di W7 Cosmetics
  • nell’arcata sopraccigliare ho utilizzato anche li la Palette W7 nel colore Wigwam stendendo sotto una matita bianca per intensificarne la luminosità.
  • Ho definito le sopracciglia con un marrone dalla palette palette di cui sopra, Blush Professional.
  • Per la linea di eyeliner ho usato il “eyeliner in gel” della Ten Image e il mascara della stessa linea “Back to Origins”
  • per la rima inferiore ho usato un eyeliner in penna Blu di e.l.f Cosmetics
  • ho illuminato la coda dell’occhio con una matita bianca e una nera per la rima interna inferiore
  • Ho teminato applicando queste nuove ciglia finte Kroma beauty.

tristezza dettagli

per le labbra mi sono divertita anche qui con:

  • Eyeliner pen di elf il medesimo che ho usato nella rima inferiore e il matitone bianco…. ho sfumato con un pennello ed applicato un mix di ombretti dalla 88 Color di Blash Professional.

home

e siccome non finisce qui…… per chi non usa truccarsi si sarà già arreso ancor prima di aprire il post ^_^

hihihihhihi

non poteva mancare il rinomatissimo effetto “Scolpisci il viso”

  • per il contouring ho usato una terra di Glossip Make up… la n°3
  • il fard o blush è quello di Pierre René Professioal – Rouge Dowder nella tonalità n° 5 Shiny Brown.

Spero vi sia piaciuto

Anto ^___^

Annunci

Autore:

Vorrei che ogni giorno sia rappresentato da una positiva sfumatura di colore perchè la vita possa essere una lunga e piacevole esperienza!

55 pensieri riguardo “Inside Out – Parte Prima: TRISTEZZA Make up

  1. Io ho da poco finito a scuola….bello il trucco! Ma io non ne sarei capace,infatti non mi trucco praticamente mai! Al massimo un po’ di mascara colorato perché ho le ciglia biondo chiarissimo e si vedono poco.E un po’ di fard perché ho la pelle chiarissima 😊

      1. Sono mamma,insegnante in scuola superiore e imprenditrice agricola (contadina). Come imprenditrice agricola faccio tantissime cose con mio marito e posso svolgere anche un altro lavoro che non superi le 20 ore settimanali ( purtroppo in agricoltura si guadagna ben poco se non hai le mucche!).😊

      2. ah si.. le mucche son quelle che fanno guadagnare???? beh in agricoltura è veramente dura… si…. vedo mio padre.. che gestisce i terreni che gli ha lascito in eredità mio nonno….. lui spende il suo stipendio per le terre…. è delirio

      3. Con le mucche hai un certo reddito. Noi abbiamo tanti animali, ma che non producono reddito! Risparmiamo parecchio con le uova, il latte di capra, la nostra frutta, verdura e cereali, il fieno e i formaggi e latte che ci scambiamo con i vicini, ma le entrate le abbiamo con la legna e non sono certo altissime per una famiglia con 2 bambini e tanti animali da mantenere. Per questo anche mio marito lavora nella stalla dei vicini, con le mucche: uno dei mestieri che dicono che gli italiani non vogliono più fare…..nelle fantasie di qualche malato politico! In Italia l’agricoltura rende solo a chi è già ricco e sfrutta gli altri. Se la terra è la tua fai una vita durissima. Ma veramente meravigliosa! Io non la cambierei con nessun’altra:)))

      4. Pensa te. Insomma x avere una vita nornale il contadino in grnerale deve avere altre entrate extra 😦
        Io ho sempre sognato di avere una fattoria… nn ricordo se te ne avevo parlato… però non avevo mai messo in conto le spese da sostenere… poi alla base d tutto ci deve sempre essere la passione x le cose altrimenti nn si va da nessuna parte. Bon ti auguro una splendida giornata e ci vediamo presto

  2. Buongiorno amica liscia 😀 anche se non mi trucco leggo sempre tutto perché rimango affascinata dai make-up altrui. Per caso è uno dei personaggi del film “Inside out”? 😊 tu sembri una principessa dei ghiacci ehehe ti vedo bene in Frozen 😊😊

  3. Il solito intruso, oltre a salutarti, dice: di grande effetto! Da serata magica, direi, avvolta da atmosfere vagamente esotiche. Complimenti! Ciao, Piero

      1. No, perché dici questo? Invece il tuo blog è meraviglioso, traspare passione e molta competenza in tutto ciò che fai.
        E, se mi posso permettere, è anche ben curato sotto l’aspetto grafico e dal punto di vista dell’impatto comunicativo.
        È ovvio che se mi presentassi ad una donna con le labbra di quel colore o non mi guarderebbe più in faccia oppure capirebbe che per amore suo farei qualsiasi follia… 😀

  4. Ho visto il cinema, è meraviglioso, Tristezza poi è un personaggio bellissimo! Chi l’ha detto che la tristezza è per forza una cosa brutta? E complimenti a te per come hai utilizzato i colori, sei stata bravissima! 🙂

    1. ma grazieeeee…. cmq si hanno azzeccato in pieno il cartone… anche se io una pecca l’ho trovata… e dimmi mo la tua…. ma perchè le paranoie in testa della bambina sono di sesso misto e nel papà tutti uomini e nella mamma tutte donne???? non ha senso…. da grande la bambina ugualmente resterà donna… oh no?

      1. Ma sai che io non ci avevo neppure fatto caso? Però mi sono fatta un’idea: nei genitori questa scelta è stata fatta secondo me per “enfatizzare” i rispettivi punti di vista e gli atteggiamenti (tipo pensare alla partita di calcio), per la bambina questa scelta è stata fatta per non rendere troppo “femminile” il cartone animato. Boh, ho anche pensato a questioni più profonde ma secondo me è stata una scelta per lo più commerciale. 🙂
        Tu che idee ti eri fatta?

    1. grazie infinitamente viola.. ma mentre faccio le foto ti penso sempre e mi dico.. ma se adesso ci fosse viola qui invece della mia mano che si arrampica x fare 7000 scatti indecenti e di tutti scelgo sempre i peggiori.. non sarebbe meglio???? e poi mi dico… va beh magari da grande farò la fotografa.. ahahahahaah
      notte carissima

  5. Stupendo make up, arricchito di quelle voluminose e “fichissime” ciglia finte!
    Buon pomeriggio e un sorriso,silvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...